Stagione Teatrale 2016/2017

ll Teatro del Tempo, ideato, voluto e diretto da Luca Ambanelli (1938-2008), ha debuttato al Festival di Todi il 25 agosto 1992 e nell'ottobre del 1998 ha trovato la sua attuale sede in uno spazio restaurato che gli esperti fanno risalire al teatrino di Santa Maria in Taschieri (1614). Una balconata in stile elisabettiano, il predominante colore rosso e un arcoscenico decorato da figure su disegno di Emanuele Luzzati ne sono i tratti architettonici distintivi, mentre dal punto di vista delle scelte artistiche, il Teatro si è sempre contraddistinto per l'apertura verso i giovani e le realtà teatrali cittadine, senza tralasciare importanti ospiti provenienti dal tessuto nazionale.

Quest'anno la stagione teatrale 2016/2017 sarà preceduta dalla rassegna di musica da camera "Ianòs, Echi dal passato e dal futuro", inserita nel calendario del Verdi Off. Tre i concerti in programma che avranno come protagonisti il Quartetto Farnese, Solo Duo (Matteo Mela e Lorenzo Micheli) con Francesco Camattini e il Duo Carmarino-Bronzi con Rocco Antonio Buccarello.

Da diversi anni è stata istituita una stabile collaborazione con Roberto Latini - che quest'anno porta sul palco del Teatro del Tempo "Amleto + Die Fortinbrasmaschine" - e con Carlo Ferrari e Franca Tragni, che per la stagione 2016/2017 propongono Giuseppe3. Paolo Nori e Giancarlo Ilari tornano al Teatro del Tempo con il terzo capitolo di "Parma (e Po pu)" mentre la Compagnia MaMiMò è presente con due appuntamenti: "Come il cane sono anch'io un animale socievole" e "Scusate se non siamo morti in mare".
Sul versante musicale Stefania Rava e Luca Savazzi offrono al pubblico il concerto (anche narrato) "Pianista e cantante" mentre Francesco Camattini presenta il suo lavoro autorale in versione elettroacustica con "Live Poetry Electronics".
Chiude la stagione Christian Poggioni con l'"Apologia di Socrate di Platone".

Prendendo in prestito le parole di Luca Ambanelli, non resta quindi che
augurare a coloro che vi si vorranno avvicinare: “Buona diversità a tutti!”

Ci trovi anche su facebook  Facebook